STAI LEGGENDO

Marianna De Leyva, la Monaca di Monza

Marianna De Leyva, la Monaca di Monza

La storia della Monaca di Monza, ovvero Marianna De Leyva, è per me una storia molto forte, dura, a tratti spietata.

Ma allo stesso tempo è molto preziosa perché ci svela la realtà storica di quel tempo: una realtà in cui molte erano le ragazze che come Marianna furono obbligate a prendere i voti pur non volendo, in cui le ragazze furono sottoposte a dure torture , in cui era presente una realtà religiosa distorta, dovuta ad un travisamento della reale fede cattolica.

Chi era Marianna De Leyva? Sicuramente una ragazza sfortunata nella vita, per certi versi, dovendo superare diverse tragedie fin da piccola.

Marianna era figlia di Don Martino de Leyva, appartenente alla ricca famiglia dei De Leyva, feudatari di Monza, e di Virginia Marino, figlia di quei Marino proprietari del Palazzo dove risiede il Municipio di Milano ora.

Ebbene si’, Marianna nacque proprio in quel magnifico palazzo nel 1547 ma dopo poco tempo sua madre mori’ durante una epidemia di peste. Venne cosi’ affidata ad una zia, anche lei di nome Marianna.

Il padre si trasferi’ in Spagna dove passo’ a seconde nozze a Madrid e decise, dopo la morte della zia Marianna, di affidare la piccola figlia al Convento di Santa Margherita di Monza.

Aveva solo nove anni quando Marianna arrivo’ in citta’, e a tredici anni prese i voti: una vocazione sicuramente non sentita, subita, vissuta nei primi anni lontano dalla obbedienza e dalla castita’.

Oltre ad essere giovanissima, Marianna era pero’ anche molto potente, in quanto figlia dei feudatari di Monza: quando il padre mori’, si puo’ dire che divento’ la Signora di Monza ( alla quale è dedicato il Vicolo della Signora, dietro l’attuale Chiesa di San Maurizio).

Grazie al romanzo “I promessi sposi” di Alessandro Manzoni la Monaca di Monza entra a far parte delle grandi figure femminili della letteratura, al pari di Medea o di Francesca da Rimini di Dante.

Una grande storia d’amore e di passione quella che Marianna visse con Gian Paolo Osio e che andremo subito a raccontarvi.


Monzese doc, curiosa scopritrice della propria città, amante degli eventi particolari, romantica cittadina che adora girare sulla sua bicicletta alla scoperta di cose nuove da condividere.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
Seguici