STAI LEGGENDO

GP Monza: la storia della mitica gara attraverso l...

GP Monza: la storia della mitica gara attraverso le sue locandine

GP Monza evoca da sempre un’altra parola insieme al suo nome: Autodromo.

Non solo Formula Uno, che è di casa in città dalla sua nascita (tranne 4 edizioni disputate altrove e le pause dovute alla guerra mondiale) ma diverse competizioni si corrono dal 1922 in quello che tutti sono concordi nel definire “il tempio della velocità”.

Oggi però ci concentriamo sulla F1 e sull’evoluzione che ha avuto la  sua comunicazione  nei poster delle varie edizioni.

Negli anni ’20 e ‘30 del secolo scorso le immagini puntavano sul dinamismo, seguendo lo stile contemporaneo che voleva le macchine e la velocità protagoniste assolute – sono gli anni del Futurismo, in cui si esaltava la modernità.

 

Negli anni 40 il conflitto mondiale impose una lunga pausa, ma possiamo notare come alla fine del decennio (l’immagine è del 1948) la grafica cambi decisamente, lasciando da parte la velocità per passare a un impatto più grafico.

Gp Monza

Siamo agli anni 50 e 60 lo stile subisce diverse influenze; la pubblicità diventa sempre più popolare sia sulla carta stampata che in televisione. Le locandine vengono commissionate a importanti designer, che sono figure sempre più protagoniste.

Arrivano gli anni 70, e compaiono nei poster le prime immagini fotografiche alternate ad altri stili più “grafici”.

Spuntano anche i marchi degli sponsor, presenti d’ora in poi in bella vista sulle locandine.

 

Gli anni 80 vedono poche variazioni: nella prima metà del decennio l’impianto grafico resta uguale e cambia solo la cornice, così come nella seconda parte; stessa impostazione ma cambiano le immagini.  Compare, e resterà sempre, il logo ufficiale del campionato di Formula 1.

 

Anche negli anni 90 continuano a prevalere le fotografie di automobili e piloti, con impaginazioni diverse. Sicuramente la Ferrari è tra i soggetti preferiti!

 

Arriva il nuovo millennio: Photoshop e le nuove tecniche di illustrazione realizzabili grazie ai computer diventano sempre più particolari. Ogni anno viene realizzata una grafica diversa e d’impatto.

 

 

Il secondo decennio del 2000 vede più protagonista il tricolore. A dire il vero la nostra bandiera è stata inserita parecchie volte nelle locandine in passato, ma in questo periodo sembra essere uno degli elementi distintivi; in fondo è sempre il Gran Premio d’Italia!

Siamo curiosi di vedere come si svilupperà lo stile dei poster nel decennio a venire.

Qual è il vostro preferito?

Elisabetta Ajmassi di AJ Graphic


Monzese doc, curiosa scopritrice della propria città, amante degli eventi particolari, romantica cittadina che adora girare sulla sua bicicletta alla scoperta di cose nuove da condividere.

RELATED POST

INSTAGRAM
Seguici