STAI LEGGENDO

Monza Music Week: c’è aria di musica in citt...

Monza Music Week: c’è aria di musica in città

«Monza Music Week» cresce: la quinta edizione «occuperà» la città dal 30 settembre al 27 ottobre e il fil rouge sarà la musica classica con contaminazioni di altri generi e sconfinamenti nell’arte, nella fotografia e nella danza.

  • «Un piano per la città. Il talento è donna». La rassegna musicale si aprirà giovedì 30 settembre alle ore 19 alla Reggia di Monza con il concerto di Laura Marzadori al violino e Chiara Opalio al pianoforte. (Prenotazione: booking@concorsosalagallo)

 

  • «Maratona violinistica»Sabato 2 ottobre sarà il violino il protagonista assoluto ai «Musei Civici» con la «Maratona violinistica», novità di questa edizione nata da un’idea della violinista Laura Gorna, moglie di Salvatore Accardo. Dalle 14 alle 18 nel suggestivo chiostro gli studenti del Conservatorio «Monteverdi» di Cremona si alterneranno senza interruzione per quattro ore accompagnando il pubblico lungo un percorso musicale strutturato per temi su musiche di Beethoven, Schumann, Brahms, Prokofiev, Piazzolla, Paganini, De Beriot, Kreisler e Sarasate. I violinisti saranno accompagnati al pianoforte da Yevgeni Galanov (Prenotazione: www.eventbrite.it)

 

  • «Studio Murena». Dalle note del violino a quelle della chitarra elettrica, del basso e delle tastiere. Sempre sabato 2 ottobre, alle ore 21, sul palco del Teatro Binario 7 andranno in scena gli «Studio Murena», una giovane band che ha portato una ventata d’aria fresca nel mercato musicale italiano grazie a una sapiente commistione tra raffinate e ricercate sonorità jazz, contaminate da influenze funk, fusion e molto altro (Info www.binario7.org)

 

monza music week

  • Le chitarre scendono in piazza. Domenica 3 ottobre alle ore 14 torna in piazza Trento e Trieste «Mille chitarre in piazza», il maxi raduno di chitarristi che suoneranno e canteranno insieme i brani più famosi dei cantautori italiani, da Celentano a Jovanotti, da Lucio Battisti a Edoardo Bennato, da Franco Battiato a Cesare Cremonini. E con un ospite d’onore: Alberto Camerini, autore di numerose hit negli anni Ottanta come Rock’n’Roll Robot e Tanz bambolina. Musicisti professionisti e dilettanti, senza limiti di età o di bravura, potranno esibirsi liberamente e gratuitamente. (Iscrizione obbligatoria www.millechitarre.com).

 

  • «Un piano per la città. Il talento è donna». Giovedì 7 ottobre un nuovo appuntamento con la musica classica di qualità. Alle 19 alla Reggia di Monza andrà in scena Costanza Principe, giovane e talentuosa pianista. (Prenotazione: booking@concorsosalagallo)

 

  • «Street Piano» + «Maratona pianistica»Sabato 9 ottobre, dalle 9 alle 18, un pianoforte a coda sarà in piazza Roma a disposizione di chiunque desideri regalare uno o più brani musicali al pubblico di passaggio, improvvisando un mini concerto. Spazio a chiunque abbia voglia di suonare il pianoforte davanti a un pubblico.

 

  • La «Maratona pianistica», invece, si «correrà» ai Musei Civici – Casa degli Umiliati (via Teodolinda, 4) dalle 10 alle 18: nel chiostro del museo i pianisti professionisti e allievi musicisti del Liceo «Zucchi» si alterneranno senza sosta al pianoforte per otto ore accompagnando il pubblico lungo un percorso musicale strutturato per temi (Prenotazione: www.eventbrite.it).

 

  • L’«angolo della musica». Domenica 10 ottobre, dalle 10 alle 19, piazza Roma diventerà una location inedita per esecuzioni live di ogni genere musicale. «Music corner», sul modello della «Fête de la musique» di Parigi, metterà a disposizione di solisti e band una postazione che trasformerà l’Arengario in un palco aperto a qualsiasi genere musicale (Prenotazione: www.eventbrite.it).

 

  • «Un piano per la città. Il talento è donna». La musica classica alla Reggia di Monza torna giovedì 14 ottobre con Maddalena Giacopuzzi e Ludovica Rana. (Prenotazione: booking@concorsosalagallo).

 

  • «A tutto Verdi». L’ultimo appuntamento con «Monza Music Week» sarà mercoledì 27 ottobre al Teatro «Manzoni» che riaprirà dopo i lavori di ristrutturazione. Alle ore 21 andrà in scena «A tutto Verdi», un concerto lirico, corale e solistico dedicato a Giuseppe Verdi a sostegno dell’«Unione Italiana dei Ciechi». Le arie più belle e famose del Maestro di Busseto saranno eseguite dal Coro degli «Amici del Loggione» del Teatro La Scala e dalla «Corale Monzese» con la partecipazione straordinaria di Massimiliano Finazzer Flory (Prenotazione: uicmon@uici.it).

 

Le mostre.

Dall’1 al 24 ottobre i portici dell’Arengario ospiteranno «Il suono dell’immagine», nell’ambito del Photofestival (www.milanophotofestival.it): 32 fotografie di Deborah Raimo che indagano, passando con sapienza dal bianconero al colore, gli aspetti più emozionali della musica jazz. Dalle emozioni delle fotografie a quelle della liuteria: dal 3 al 10 ottobre Arti<>sta propone il «Suono del tempo», un’esposizione di strumenti musicali del giovane liutaio Paolo Bianchi che, poco più che ventenne, ha aperto il suo laboratorio grazie a una campagna di crowdfunding (Informazioni: infoarti.stamonza@gmail.com).

Info: tel. 039/230.21.92 – email: cultura@comune.monza.it – www.comune.monza.it – www.turismo.monza.it. Tutte le iniziative si svolgeranno nel rispetto della normativa anti-Covid in vigore con obbligo di prenotazione.

 

monza music week


Monzese doc, curiosa scopritrice della propria città, amante degli eventi particolari, romantica cittadina che adora girare sulla sua bicicletta alla scoperta di cose nuove da condividere.

RELATED POST

INSTAGRAM
Seguici