STAI LEGGENDO

Facciavista: un’etichetta speciale per il vo...

Facciavista: un’etichetta speciale per il vostro vino

Facciavista è un progetto di inclusione sociale il cui obiettivo è individuare e sostenere le peculiari abilità artistiche di persone con disturbo dello spettro autistico.

Uno dei temi più recenti nel pensare al progetto di vita di tali persone è favorirne l’espressione degli interessi e i talenti delle aree di eccellente funzionamento a fronte di un quadro di disabilità complessa e Facciavista si propone come offerta innovativa per contribuire al miglioramento della loro qualità della vita attraverso l’arte figurativa.

Facciavista propone a ragazzi, affetti da disturbo dello spettro autistico con spiccate abilità artistiche, un percorso che possa trascendere la condizione clinica e mostrare pubblicamente il risultato dell’espressione di tali peculiarità

Nel disturbo dello spettro autistico le eccellenti abilità possono riguardare isolatamente diversi ambiti, quali: musica, arte, calcolo di date, matematica, abilità meccaniche.

Proprio l’arte diventa oggetto della proposta.

Come possono 6 ragazzi autistici inventare l’etichetta per una bottiglia di vino? È semplice: fanno un brain storming!

Domanda: “ragazzi cos’è il vino?”.

Risposta: “è da bere”.

È da bere, fine della discussione, ecco il concept!

L’autismo funziona anche così, ovvero rende speciale ciò che potrebbe sembrare scontato: è mai esistito prima un vino con questo nome? Pensateci, mentre ne sorseggiate un calice.

Nasce così la prima etichetta da vino realizzata dai ragazzi di Facciavista: si tratta di un’ottima Barbera d’Alba DOC anno 2015 delle cantine Ermanno Costa Cascina Spagnolo. Eì una bottiglia con un’etichetta speciale proposta in tiratura limitata: solo 150 bottiglie, in occasione della giornata mondiale sull’Autismo,  che ricorre ogni anno il 2 aprile.

Il costo della bottiglia è di 15 euro cad. e potete prenotarla o chiedere informazioni al numero: 347 2303879 ( Presidente Facciavista).

Facciavista

Con questa iniziativa Facciavista collabora con un’azienda italiana per valorizzare le caratteristiche artistiche dei suoi ragazzi. “L’arte non riproduce ciò che è visibile ma rende visibile ciò che non sempre lo è. “, diceva Paoul Klee.

L’arte è un modo per far sì che tutti abbiano le loro opportunità di vita e soprattutto di espressione.
L’arte, in tutte le sue forme di espressione, è un ponte tra le anime e la realtà, che permette di riportare su una tela, un foglio, o anche su una etichetta i propri pensieri e i propri sogni.

Facciavista lavora affinchè i ragazzi possano mostrare come le loro spiccate doti artistiche riescano a generare idee e progetti per crearsi un futuro da persone autonome e produttive della nostra società.

Il genio dei ragazzi di Facciavista è una dote da cui partire che permetterà loro di lavorare, e questo crea, sin da ora, le basi affinché il “dopo di noi” sia adesso.

Non vogliono essere “pesi morti o problemi da risolvere” ma vorrebbero, almeno quelli che ne hanno la possibilità nonostante il loro essere autistico, LAVORARE.

E infatti a loro piace dire: “ASSISTENZIALISMO? NO GRAZIE. MI MANTENGO CON IL MIO GENIO”.

Sono un gruppo di ragazzi favolosi, che hanno saputo creare tantissimi progetti che sanno stupire ogni volta: noi li adoriamo!

Se volete conoscere meglio la realtà dell’Associazione visitate il loro sito www.facciavista.com, invece per qualsiasi informazione scrivete a facciavistaonlus@gmail.com

 

Facciavista


Monzese doc, curiosa scopritrice della propria città, amante degli eventi particolari, romantica cittadina che adora girare sulla sua bicicletta alla scoperta di cose nuove da condividere.

RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
Seguici